editorial

pagina di 19
    mostra:
  • 16
  • 50
  • 100
  • 250
29/07/2020  Chamonix. Il ghiacciaio Mer de Glace in estate mostra numerosi massi e torrenti formati dal ghiaccio che si scioglie (bediere). E' la testimonianza del riscaldamento globale delle Alpi e dell'inesorabile ritiro del ghiacciaio: lo scioglimento è accelerato dal 2003, il ghiacciaio perde in media 30 m di lunghezza all'anno. La Mer de Glace è un ghiacciaio delle Alpi Occidentali, situato sul versante settentrionale del massiccio del Monte Bianco, nel dipartimento francese dell'Alta Savoia

04-08-2020

8 Files

Chamonix

Monte Bianco, la Mer de Glace: il ghiacciaio che sta scomparendo

22/06/2020 Zona di convergenza subtropicale del Pacifico settentrionale, la nave per il recupero di plastica marina dell'Ocean Voyages Institute, S / V KWAI, dopo una spedizione di 48 giorni, ha rimosso 103 tonnellate di reti da pesca e materie plastiche di consumo nella zona comunemente nota come Great Pacific Garbage Patch o Gyre. L'Ocean Voyages Institute ha stabilito un nuovo record con la più grande bonifica nel mare del Gyre mai realizzata: ha più che raddoppiato i risultati dell'anno scorso.

27-06-2020

22 Files

Oceano Pacifico

Operazione Great Pacific Garbage Patch per il recupero di reti e plastica abbandonati in mare

27/05/2020 Limay, stabilimento FPR, France Plastics Recycling. Inaugurato nel 2008 da lavoro a 110 persone. I rifiuti di plastica vengono trattati nello stabilimento per produrre circa 3000 tonnellate al mese di granuli plastici adatti alla produzione di contenitori alimentari

27-05-2020

19 Files

Limay

FPR, stabilimento per il riciclo della plastica

06/05/2020 Beaumont sur Sarthe. Notte di luna piena sui campi di pale eoliche

08-05-2020

8 Files

.

Luna piena e pale eoliche

23/04/2020 Wenchang. Con un clima mite la provincia di Hainan è un paradiso per gli uccelli. Soprattutto da marzo a luglio di ogni anno, durante la stagione riproduttiva, un gran numero di uccelli nidifica e depone le uova. Poiché le linee di trasmissione di solito attraversano zone umide, stagni e campi in cui gli uccelli si affollano, i piloni di elettricità diventano i luoghi ideali per nidificare. Per consentire a uccelli e cavi di coesistere in armonia, Hainan Power Grid Company ha cambiato il suo modo tradizionale di respingere gli uccelli e li ha attirati e protetti offrendo loro case. Negli ultimi tre anni sono stati installati circa 3000 nidi artificiali sui tralicci dell'alta tensione.

01-05-2020

7 Files

Wenchang

La Power Grid Company installa circa 3000 nidi artificiali sui tralicci dell'alta tensione

25/04/2020 New York. mascherine e guanti gettati e abbandonati in strada come rifiuti

27-04-2020

4 Files

.

Presidi sanitari di prevenzione Covid-19 gettati in strada

30/11/2017 . Oggi 25 aprile è la Giornata mondiale del pinguino. Il fotografo naturalista britannico Paul Goldstein la celebra con questa galleria di alcune delle sue meravigliose immagini di pinguini.  Paul spiega: “Ogni anno questo è il giorno dei pinguini  poiché è pressapoco il momento in cui la maggior parte di loro migra dall'Antartide verso nord, mentre il tempo peggiora e le temperature si abbassano.'' 
Oltre a poche basi di ricerca  nessuno vive in Antartide e ci sono solo quattro residenti permanenti nella Georgia del Sud e sei milioni di pinguini RE.

25-04-2020

13 Files

Georgia del Sud

Oggi 25 aprile è la Giornata mondiale del pinguino, immagini del fotografo britannico Paul Goldstein

21/01/2020 India, un Leopardo delle nevi con i suoi cuccioli nel suo habitat naturale. Le foto sono state scattate dal fotografo naturalista Vikram Singh in India, che ha atteso l'incontro per 6 ore a -20° e ad un altitudine di 4000 metri

04-03-2020

11 Files

.

Un Leopardo delle nevi con i suoi cuccioli nel suo habitat naturale

27/02/2020 Eurajoki. ONKALO è il primo deposito permanente di scorie nucleari. Si trova sull'isola di Olkiluoto, 300 chilometri a nord ovest di Helsinki. 60 chilometri di gallerie immagazzineranno combustibile esaurito delle centrali di Olkiluoto e di Loviisa e scorie radioattive di varia natura. Nella foto Il tunnel di accesso a circa 420 metri di profondità nel deposito di combustibile nucleare esaurito

27-02-2020

10 Files

Eurajoki

Il deposito geologico di Onkalo destinato a immagazzinare definitivamente scorie radioattive

27/02/2020 Eurajoki, il reattore nucleare Olkiluoto-3, gestito da Teollisuuden Voima Oyj, presso la centrale nucleare di Olkiluoto.

27-02-2020

10 Files

Eurajoki

La centrale nucleare di Olkiluoto

31/01/2020 Fiumicino. Procter & Gamble e Lifegate hanno inaugurato a Fiumicino, sulla foce del Tevere, a due chilometri da Fiumara Grande, il Seabin, un dispositivo a forma di cestino capace di filtrare 25.000 litri di acqua ogni ora e di raccogliere ogni anno 500 kg di rifiuti di piccole dimensioni, come mozziconi di sigaretta, cottonfioc e, soprattutto, microplastiche e microfibre fino a 2 mm. di diametro. Ideato da due surfisti australiani nel 1997 il Seabin, una volta immerso in acqua e fissato a un pontile, aziona una pompa aspirante che attira i rifiuti in un sacchetto contenuto all’interno, il quale deve essere svuotato periodicamente. Con la plastica raccolta potranno essere prodotti oggetti d’uso comune.

31-01-2020

14 Files

Fiumicino

Seabin, il cestino mangiaplastica che pulisce il Tevere e il mare

20/01/2020 River Rouge, Michigan. La fabbrica di acciaio sull'isola di Zugo, parte della Great Lakes Works di US Steel prevede; l'azienda ha in programma di chiudere la maggior parte dei siti dei Grandi Laghi nel 2020.

20-01-2020

4 Files

River Rouge

Acciaieria sull'isola di Zugo

20/01/2020 Detroit. Biosolid Dryer Facility, impianto di trattamento delle acque reflue dell'autorità delle acque dei Grandi Laghi. L'impianto utilizza calore per evaporare l'acqua dai solidi delle acque reflue

20-01-2020

2 Files

Detroit

Impianto di depurazione

04/01/2020  Henley on Thames, raccolta per riciclaggio degli abeti usati come albero di Natale

04-01-2020

5 Files

.

Raccolta differenziata per gli alberi di natale

06/11/2019 Watford City, Nord Dakota. Bakken, il bacino petrolifero di scisto. Il cosiddetto “gas flaring,” cioè l’abitudine delle aziende petrolifere di bruciare il gas naturale che si sprigiona spontaneamente nel corso delle estrazioni di greggio, è una pratica vecchia di 160 anni.
Ha pesato e continua a pesare sui cambiamenti climatici, producendo ogni anno oltre 350 milioni di tonnellate di emissioni equivalenti di CO2, oltre a emissioni di metano e carbone nero non combuste.

22-11-2019

9 Files

North Dakota

L'inquinamento dovuto al gas flaring, bruciato nei pozzi petroliferi, torna ad aumentare negli USA

05/11/2019 Great River Energy's Coal Creek Station, la più grande centrale elettrica del North Dakota. Alimentato dalla lignite, l'impianto esporta la sua elettricità in Minnesota.

05-11-2019

3 Files

Nord Dakota

Centrale elettrica a carbone